Progetto Ol' Boys

La chiave di lettura del nostro progetto si cela già all’interno del marchio aziendale stesso. Ol’ Boys significa sia “vecchi ragazzi”, sia, con un gioco di pronuncia, “All Boys”  “tutti ragazzi”. Il pensiero sottostante è: 

 Il nostro corpo è destinato ad invecchiare ma il cervello rimane giovane.

Purtroppo, all’ aumento, fino a qualche tempo fa davvero insperato dell’età media, ha fatto da contraltare un peggioramento della qualità di vita sociale delle persone anziane. Diversi fattori concorrono a far perdere quello che potremmo chiamare il “senso della vita”: una improvvisa fragilità percepita a seguito di eventi avversi, ipocinesia, disinteresse/apatia nei confronti di un mondo che sta cambiando troppo in fretta, il senso profondo di inutilità che segue l’abbandono dell’attività lavorativa, l’uscita dei figli da casa e lo smarrimento che ne deriva, unito a un senso di solitudine.

 Il nostro intento è quello di progettare, produrre e ricercare sul mercato internazionale ogni tipo di prodotto/strumento che possa contribuire in qualche modo a contrastare e rallentare questa “chiusura alla vita” così innaturale e pur frequente nei nostri anziani.

Studi recenti hanno dimostrato come il cervello possieda un elevato grado di plasticità neuronale e sia in grado di generare nuove connessioni sinaptiche per tutta la vita.

 Non dobbiamo dimenticare che alcuni grandi artisti hanno realizzato opere straordinarie in età molto avanzata: Tiziano dipinse la sua Pietà a quasi novant’anni, Verdi compose il “Falstaff” attorno agli ottanta e Claude Monet dipinse “Le Grandi Ninfee” dell’ Orangerie alla stessa età. Picasso continuò a lavorare alle sue tele fino a 90 anni.

 La nostra produzione vuole perseguire due obiettivi ambiziosi:

1)Proporre una linea di giochi di vecchio stampo (Old Fashion Games) riadattati o creati appositamente con lo scopo di unire assieme attività ludica e terapeutica. Si tratta di giochi finalizzati al mantenimento/recupero delle capacità residue dell’anziano, al fine di creare momenti di società e di aggregazione, imparare e riscoprire giochi e nuove attività. Finché si impara qualcosa di nuovo si è sempre giovani “Fino alla bara sempre si impara” dicevano i nostri nonni. 

2)Proporre una linea di strumenti (Tools), studiati di concerto con i caregivers a beneficio dell’ospite, che rechino sollievo, creino stimoli e donino comfort agli anziani soggetti a deterioramento psichico progressivo. Si tratta di strumenti che possono trovare un posto tra le “terapie non farmacologiche”, le uniche in grado di donare qualità di vita e momenti di gioia/confort a persone con demenza.

Ol’ Boys nasce con il proposito di divertire ed abilitare attraverso il gioco. Quest'ultimo rappresenta infatti una parte essenziale dell'uomo in tutte le fasi della sua vita. 

Ol' Boys si propone come supporto al personale di animazione e di cura con giochi e strumenti che creino momenti di gioia e condivisione.

Condividi su

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

_