Gioca con noi

 

Negli ultimi cinque anni abbiamo sperimentato i nostri giochi e strumenti terapeutici in oltre duecento di strutture di accoglienza.

Ci siamo resi conto di persona di quanto sia importante per gli educatori vedere i giochi da vicino, sperimentarne l’efficacia, comprenderne le regole e provarli assieme agli ospiti. 

 

 

Primo obiettivo: divertirsi!

 

Il gioco è un attivatore emozionale potentissimo: gioire, arrabbiarsi, tentare di barare, fare amicizia, sentirsi forti e fare squadra sono tutte emozioni e comportamenti che io e gli altri educatori abbiamo visto sui volti e nelle azioni dei partecipanti.

Alcuni ospiti sono tanto coinvolti nelle attività ludiche da rimanere a giocare tutto il pomeriggio; persone sempre di fretta perdono la cognizione del tempo durante le partite e anziani disorientati riescono a rispettare il turno degli altri.

 Da questo lavoro sono nate alcune riflessioni di tipo teorico legate al gioco:

*

Le aree cerebrali legate alle emozioni restano attive anche quando la corteccia cerebrale e le funzioni cognitive sono danneggiate

*

Ciò che emoziona è un potente motivatore prassico sia a livello linguistico che motorio.

*

Giocare in gruppo è un'emozione molto forte legata all'infanzia ed all’apprendimento: impariamo giocando, sfidandoci e divertendoci, giocando liberiamo energia positiva e creativa, giocando costruiamo il nostro sociale.

*

Abbiamo notato un forte coinvolgimento anche da parte di chi non gioca: “Osservare è una forte attività”, come insegna Moyra Jones, creatrice del metodo Gentlecare

 

 

Come richiedere Il tuo pomeriggio di animazione 

 

 

L’offerta è rivolta a Strutture Residenziali, RSA e Centri diurni per anziani.

Le regioni a cui è riservata l’offerta sono al momento: Triveneto, Emilia Romagna e Lombardia.

La seduta di gioco, della durata di circa 1 ora e trenta, prevede un gruppo di ospiti (anche eterogeneo) di massimo 20 persone attive.

Buon Divertimento da Ol Boys

_